REGIONE VENETO

Area Amministrativa e Programmazione Socio Sanitaria

Tu sei qui : Homepage > Anziani > Altri Servizi
Riferimenti

Documentazione

Piano Locale Anno 2007 - 2009 della non Autosufficienza per la Residenzialità

Scarica i file in formato Pdf

Integrazione Piano Locale della non Autosufficienza per la Residenzialità 2007 - 2009

Scarica i file in formato Pdf
 

Progetto Sperimentale Di Erogazione Dell’assistenza Domiciliare Integrata

Offerta Città di Verona

Offerta Ist. Ass.za Anziani

I Servizi Offerti alla Popolazione Anziana Gestiti dall'ULSS 20

Nell'ULSS 20, la rete territoriale dei servizi socio-sanitari viene garantita da 4 Distretti, ciascuno dei quali ha una popolazione di circa 100.000 abitanti.

Il Distretto rappresenta il punto di riferimento e di orientamento per i cittadini che manifestino bisogni di tipo socio-sanitario.

Attraverso il distretto infatti è possibile ottenere diversi tipi di servizi, tra i quali vanno assumendo sempre maggior importanza quelli forniti alla popolazione anziana.

Assistenza Domiciliare:
  • Assistenza infermieristica (medicazione piaghe da decubito, prelievi domiciliari, cambi catetere ecc.) viene erogata tramite infermieri professionali dipendenti o appartenenti alla cooperativa convenzionata con l'ULSS 20, oppure, limitatamente all'Est Veronese (Distretto 4), da personale sanitario dipendente dalle Case di Riposo.
  • Assistenza riabilitativa viene erogata tramite fisioterapisti della cooperativa convenzionata con l'ULSS 20, oppure limitatamente all'Est Veronese (distretto n. 4), in via sperimentale, da personale riabilitativo delle Case di Riposo.
Assistenza programmata:
  • viene erogata dal Medico di Medicina Generale, con accessi domiciliari programmati (da uno a quattro mensili); riguarda pazienti non deambulanti affetti da patologie croniche, che necessitano di un particolare monitoraggio.
Assistenza Domiciliare Integrata:
  • si tratta di un tipo di assistenza fornita dai pazienti di particolare impegno, in cui intervengono più figure professionali (medico di medicina generale, infermiere, fisioterapista, assistente sociale, medico specialista ecc.).
  • Tale assistenza, in cui è preponderante la responsabilità del medico di medicina generale, prevede la compilazione della scheda S.VA.M.A., la stesura di un piano di intervento e riunioni periodiche di verifica da parte dell'Unità Valutativa Multidimensionale Distrettuale (UVMD) a cui partecipano tutte le figure professionali interessate al caso specifico.
  • Un tipo particolare di A.D.I. è la cosiddetta A.D.I.HR, in cui, sotto la responsabilità del medico ospedaliero, viene erogata un'assistenza che necessita di apparecchiature particolari (ad es. ventilatori per i pazienti in ventilazione meccanica).
  • L' A.D.I. viene erogata prevalentemente da infermieri professionali dipendenti, ma anche appartenenti alla cooperativa in convenzione.
  • Ai pazienti in A.D.I. viene garantita la fornitura di farmaci e materiali di consumo secondo quanto previsto dall'UVMD, a cui spetta la stesura del piano terapeutico.
Assistenza Farmaceutica:
  • A livello distrettuale viene effettuata la distribuzione e talora anche la somministrazione di quei farmaci per i quali è prevista la possibilità di distribuzione diretta anche da parte delle strutture pubbliche.
Erogazione del Contributo Regionale Mensile per le Famiglie che Assistono in Casa Pazienti Affetti da Morbo di Alzheimer o da altre Demenze:
  • I Distretti Socio-Sanitari accolgono le domande e curano l'invio dei soggetti interessati alle Unità Valutative Alzheimer (sia dell'Azienda Ospedaliera che dell'ULSS 20) per la definizione diagnostica, che viene utilizzata dai Servizi Sociali dell'ULSS 20 per la compilazione della graduatoria.
  • Importo mensile € 516,00.
Programmi di Prevenzione:
  • Campagna di vaccinazione antinfluenzale / antipneumococcica, durante gli ultimi anni si è evidenziato un progressivo aumento del tasso di copertura per le suddette vaccinazioni nella popolazione ultrasessantaquattrenne o comunque anche più giovane, ma considerata a rischio (cardiopatici, diabetici, pneumopatici ecc.).
  • Il successo raggiunto è in gran parte dovuto all'attività dei Medici di Medicina Generale, che, i virtù dei Patti Aziendali, in vigore dal 2000 e puntualmente rinnovati, hanno provveduto a vaccinare la maggioranza dei loro assistiti anziani e/o a rischio.
  • In associazione con la campagna vaccinale, viene inoltre distribuita gratuitamente alle donne, sempre tramite il Medico di Base, una dose di Vitamina D come prevenzione delle fratture patologiche da osteoporosi.
  • Promozione dell'attività fisica: in collaborazione con il Dipartimento di Prevenzione ed alcuni Comuni dell'ULSS 20 (che hanno messo disposizione spazi e palestre) e sempre con la fattiva cooperazione dei Medici di Medicina Generale, viene incentivata l'attività fisica sia per i soggetti in buona salute, che per quelli affetti da patologie che potrebbero tranne vantaggi da una moderata e costantemente monitorata attività.
  • A tale proposito sono anche stati organizzati corsi di formazione per i Medici di Medicina Generale.
Assistenza Protesica:
  • Su richiesta del Medico Specialista e dopo autorizzazione del Distretto Socio-Sanitario competente, vengono forniti agli invalidi civili o agli istanti in attesa di accertamento, ausili, presidi o protesi secondo quanto previsto dal vigente Nomenclatore Tariffario D.M. 27 agosto 1999, n. 332 D.M. 27 agosto 1999, n. 332.
Assistenza agli Invalidi di Guerra e per Servizio:
  • Nei Distretti Socio-Sanitari vengono accolte e valutate le richieste di contributo economico per cure climatiche e soggiorni terapeutici destinate agli invalidi di guerra o per servizio.
Case di Riposo per non Autosufficenti e E N.R.S.A.:
  • ospitano persone anziane in condizioni di accertata non autosufficienza fisica o psichica e offrono assistenza e cura sanitaria, infermieristica e riabilitativa.
  • Nel corso dell'anno sono state portate a regime le procedure per il rilascio dell'idoneità professionale e dell'autorizzazione al funzionamento delle strutture residenziali.
RSA DI Riabilitazione da Riconversione Ospedaliera:
  • sono attualmente due, di cui una ubicata presso la Casa di Riposo di Tregnago con 30 posti letto e l'altra presso la Casa di Riposo di Cologna Veneta con 50 posti letto.
RSA Psichiatriche ex O.P.:
  • Sono attualmente due, di cui una ubicata Cologna Veneta presso la Casa di Riposo Domenico Cardo con 30 posti letto e l'altra presso l'Ospedale di Marzana con 120 posti letto.
Hospice di Cologna Veneta per Malati Terminali:
  • Sette posti presso l'Ospedale di Cologna Veneta. è in attivazione l'Hospice di Marzana per 14 posti letto.
Stati Vegetativi Permanenti (SVP):
  • Cinque posti presso l'Ospedale di Cologna Veneta.
Interventi Sperimentali per il "Sollievo" a Favore delle Famiglie che Assistono Persone Anziane non Autosufficienti:
  • progetto approvato dalla Conferenza dei Sindaci con Conferenza dei Sindaci con delibera n.1 del 21/02/2003 in attuazione della 1 DGR n. 3960 del 31/12/2001.
  • Contributo commisurato alle necessità di temporanea emergenza assistenziale.

Ricerche simili :Medicina Generale, Infermiere, Fisioterapista, Assistente Sociale, Medico Specialista, Anziani, Servizi di Vaccinazione