REGIONE VENETO

Area Amministrativa e Programmazione Socio Sanitaria

Tu sei qui : Homepage > Handicap > Servizio di Assistenza Domiciliare Socio-Riabilitativa
Riferimenti
Stradone Porta Palio, 30
37 122 Verona
Telefono
045 928 7035
Fax
045 928 7022
Email
domiciliare.handicap@ulss20.verona.it

Assistenti Sociali:
M. Beatrice Grigoli
Maria Martines
Stefania Lonardi
Elisa Brunelli
M. Amata Vercellone


Referente
Dott. Luigi Formenti
 

 

Avviso Home Care Premium 2014

Regolamento HomeCarePremium 2014

Servizio di Assistenza Domiciliare Integrata a Favore delle Persone Disabili

Segreteria
Sig.ra Francesca Zapparoli
Presso la sede centrale dei Servizi Socio Sanitari Azienda ULSS 20, Stradone Porta Palio, 30
37 122 Verona
Tel: 045 928 7035
Fax: 045 928 7022
Orario del servizio

Lunedì, Martedì e Mercoledì dalle 8.15 alle 17.15

Giovedì e Venerdi e prefestivi dalle 8.15 alle 14.30

Finalità
  • Consentire all'utente la permanenza nel proprio ambito socio-familiare, Ridurre l'istituzionalizzazione e l'ospedalizzazione.
  • Favorire il recupero delle potenzialità dell'utente in un costante processo di responsabilizzazione e autonomizzazione dello stesso e dei suoi familiari.
  • Migliorare la qualità di vita dell'utente e della sua famiglia.
Cos'è
Il Servizio di Assistenza Domiciliare è un servizio di supporto alla persona disabile e alla sua famiglia, effettuato a domicilio mediante attività socio educative e socio assistenziali. 
Cosa fa
Attua interventi volti a realizzare o a supportare progetti socio riabilitativi, per favorire l'autonomia e la vita di relazione dell'utente nel proprio ambiente, interventi finalizzati ad appoggiare la famiglia nel rapporto con il disabile, interventi di cura e igiene personale, finalizzati all'educazione e, quando possibile, all'autosufficienza dell'utente e ad alleviare il carico assistenziale della famiglia.
A chi è rivolto
Sono destinatarie del servizio di assistenza domiciliare integrata le persone in possesso della certificazione ai sensi dell’art. 3 della L. 104/92 che preveda, di norma, la connotazione di gravità e del certificato di invalidità civile che attesti la patologia delegata, residenti nel territorio dell’Az. ULSS 20 portatrici di tipologie di disabilità, inserite nel Piano di Zona.
Il servizio riguarda persone con:
  • disabilità intellettive: ritardo mentale legato a cause genetiche, lesioni cerebrali dovute a malattie, intossicazioni di varia natura o traumi

  • disabilità neuro-motorie: distrofia muscolare e altre forme di malattie neuro-muscolari legate a cause genetiche, morbo di Parkinson, sclerosi multipla e altre forme di disabilità neurologiche progressive, paraplegie e tetraplegie, esiti di trauma cranico o di grave cerebrovasculolesione

  • disabilità insorte in età neonatale e perinatale con cerebromotolesioni.

Tali condizioni vengono considerate in quanto determinino situazioni di dipendenza assistenziale tali da non consentire una sufficiente capacità personale d’autogestione o che in ogni caso pongano la famiglia in difficoltà a provvedervi.
Sono ammesse al servizio le persone con età inferiore ai 65 anni
Modalità di accesso
 I servizi territoriali competenti valutano il bisogno, propongono la concessione del servizio di assistenza domiciliare e attivano  l’Unità Valutativa Multidimensionale Distrettuale (U.V.M.D) che definisce il progetto individualizzato.
Priorità di accesso
  • Gravità e complessità della situazione socio-sanitaria dell’utente.
  • Storicità ed evoluzione della situazione.
  • Carenza/assenza di figure parentali di riferimento.
  • Situazione economica della persona e della sua famiglia rilevata tramite ISEE.
Tempi di svolgimento del servizio
L'intervento viene effettuato nei giorni non festivi con orario previsto dal progetto di intervento.
Il servizio è attivo tutto l'anno.

ricerche simili: legge 104/92, disabilità psicofisiche, specialistico, igiene personale, emarginazione, isolamento, problematiche familiari