REGIONE VENETO

Area Amministrativa e Programmazione Socio Sanitaria


Riferimenti
Corso Porta Palio, 30
37 122 Verona
Telefono
045 928 7053
Fax
045 928 7022
Email
vitaindipendente@ulss20.verona.it
tbrighenti@ulss20.verona.it

Educatori Professionali
Teresa Brighenti

Documenti Scaricabili Richiesta

Modulo generale ICD

Servizio ICDf / Vita Indipendente

Segreteria
Presso la sede centrale dei Servizi Socio Sanitari Azienda ULSS n. 20, Corso Porta Palio, 30 37122 Verona
Tel. 045 928 7053
Fax. 045 928 7022
Orario di Apertura al Pubblico
L'ufficio è aperto tutto l'anno, dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 12.30 e il martedì pomeriggio dalle 14.30 alle 15.30.
Cos'è
Il Il Servizio fa riferimento alla  DGRV 1338/2013 che,  in attuazione della Legge 162/98, definisce misure di sostegno in favore della domiciliarità  delle persone con disabilità fisico motoria grave.

 ICDf (Impegnativa Cura Domiciliare)/ Vita Indipendente è, fondamentalmente, per la persona con disabilità fisico/motoria in grado di autodeterminarsi, il poter vivere come chiunque altro: avere la possibilità di prendere decisioni riguardanti la propria vita e la capacità di svolgere attività di propria scelta. Diventare  protagonisti della propria vita e non oggetto di cura.

Attraverso l’assunzione, con un regolare contratto di lavoro, di  assistenti personali, stabilendo  giorni, orari, contenuti e modalità.
 la persona disabile riesce ad avere così  un servizio flessibile e multiforme, essenziale per partecipare attivamente alla vita relazionale, interpersonale e sociale.

E’ quindi uno strumento importante per favorire la domiciliarità.
Finalità
  • Favorire la possibilità di auto-determinarsi attraverso l’autogestione del proprio progetto di Vita.
  • Facilitare la permanenza nel proprio contesto familiare.

Cosa fa
In seguito ad un progetto, concordato con i Servizi Socio Sanitari dell'ULSS 20, si eroga un contributo a favore della persona con grave disabilità, su presentazione delle spese di assistenza autogestita, regolarmente giustificate da un punto di vista fiscale.
A chi è rivolto
  • A tutti i cittadini residenti nel territorio dell’ULSS 20,in età compresa fra i 18 e 64 anni.
  • Per  le  ICDf / Vita Indipendente viene richiesta la certificazione dello stato di handicap, con connotazione di gravità ai sensi dell'articolo 3 comma 3 della Legge 104/92, l’Invalidità civile al 100% con indennità di accompagnamento riconosciuta.
Modalità di accesso

La domanda deve essere inoltrata  al  Distretto Socio Sanitario di appartenenza.
Per la compilazione della domanda il cittadino può fare riferimento  all’Assistente Sociale del  proprio Distretto Socio Sanitario dedicata alla domiciliarità.


In seguito alla valutazione S.Va.M.Di (Scheda Valutativa Multidimensionale distrettuale) e UVMD (Unità di valutazione multidimensionale distrettuale) se  la domanda è  ritenuta  idonea  si procede all’ erogazione del contributo assegnato ,che deve  essere regolarmente giustificato.


I progetti di ICDf/Vita Indipendente  sono seguiti e monitorati dall’Assistente Sociale referente dell’ULSS20.

Periodo e Orario del Servizio
L'ufficio è aperto tutto l'anno.


ricerche simili: legge 104/92, legge 162/98, erogazione contributo, articolo 3, disabilità grave, assistenza autogestita